News

Il Centro Studi e Formazione dell’Ordine degli Ingegneri di Messina firma convenzione con il Registro Italiano Navale (RINA).

Il 17 aprile u.s. è stata stipulata un'importante convenzione, prima in Italia, tra il Presidente del Centro Studi  e Formazione dell'Ordine degli Ingegneri di Messina, ing. Santi Trovato e il Senior Director Italy, ing. Stefano Grigioni. Indispensabile l'intervento tra le parti dell'ing. Ornella D'Arrigo, Business Development Manager del RINA nonché iscritta all'Ordine Ingegneri di Messina.

  La crescita e la differenziazione delle competenze costituisce da sempre un punto di forza dell'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Messina, nel quadro mutevole e sfidante della competizione ormai globale di cui media, legislazione, normative, nuove tecnologie e modelli organizzativi costituiscono fattore amplificativo per le aziende del territorio.   
Consapevole della necessità di attivare partnership strategiche con player di rilievo nazionali e internazionali per dare pronte risposte a queste sfide, l'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Messina, tramite il proprio Centro Studi e Formazione ha stipulato una convenzione, per l'erogazione di seminari formativi, con il RINA, società leader nella certificazione in Italia ( Il RINA rientra tra gli enti sottoposti alla vigilanza del Ministero delle Infrastrutture, come pure ENAC, ANAS, ecc.).   
Il RINA, presente sul mercato da oltre 150 anni, fornisce un'ampia gamma di servizi nei settori Energia, Marine, Certificazione, Infrastrutture e Trasporti e Industry.  Con un fatturato nel 2017 di 437 milioni di euro, oltre 3.700 risorse e 170 uffici in 65 paesi nel mondo, RINA partecipa alle principali organizzazioni internazionali, contribuendo da sempre allo sviluppo di nuovi standard normativi.   
I seminari formativi a beneficio degli iscritti all'Ordine verrano erogati a titolo gratuito e saranno tenuti da personale docente RINA avente una riconosciuta professionalità e competenza negli ambiti professionali di interesse dell'Ordine.   
Gli incontri saranno organizzati e promossi dal Centro Studi dell'Ordine, che si farà carico delle richieste e dei suggerimenti degli iscritti e provvederà alla richiesta dei crediti formativi per gli iscritti partecipanti, laddove applicabile.